maltrattamenti, molestie, stalking, femminicidio (compartecipazione inconsapevole della vittima)

ingrandito marzo maltrattam molestie stalking locandinaIl rapporto che si instaura tra il molestatore e la sua vittima è stato finora poco esplorato nelle dinamiche relazionali, anche perché le ricerche si sono concentrate prevalentemente sullo “stolker”, raramente sulla coppia molestato-molestatore. Purtroppo la non sufficiente consapevolezza da parte della donna delle dinamiche e delle caratteristiche della relazione in atto, del suo ruolo e dei suoi atteggiamenti, può involontariamente favorire un’evoluzione nefasta. Alla base della “sottomissione” della vittima possono esserci molte motivazioni: una posizione “onnipotente” quasi di sfida (io lo farò cambiare), o sensi di colpa più o meno inconsci, o apparenti gratificazioni narcisistiche di confronto, pagate con moneta masochistica (non posso spiegare meglio qui, perché si tratta di una collusione complessa e prevalentemente inconsapevole), o problemi personali di dipendenza o di abbandono, e talvolta anche “giustificazioni” pratiche. Per comprendere appieno i meccanismi delle dipendenze affettive, e la possibile creazione di una co-dipendenza, sarà utile approfondire i sistemi di attaccamento e la persistenza di alcuni aspetti perversi in età adulta.

nuove date

(cliccare sulla locandina per ingrandirla)